Il Consolato dei Maestri del Lavoro a Università dei Sapori

Il Consolato dei Maestri del Lavoro della Provincia di Perugia ha scelto quest'anno Università dei Sapori per celebrare “La Giornata del Maestro”.
E’ questa l’unica giornata dell'anno in cui il Consolato premia un'eccellenza del territorio, e quest’anno è stata scelta la realtà di un'azienda che fonda la sua ragion d'essere anche sulla formazione dei giovani, per prepararli con estrema professionalità al loro ingresso nel mondo del lavoro.

Il passaggio di testimone è avvenuto giovedì 10 ottobre fra i Maestri del Lavoro, uomini con sulle spalle anni di esperienza sul campo, e i ragazzi dell’Università dei Sapori, ancora allievi, da qui a poco stagisti, ma in ogni caso giovani che cominciano ad affacciarsi al mondo del lavoro. E’ stata un’importante, istruttiva ed emozionante esperienza per i corsisti, che hanno avuto la possibilità di conoscere personalmente e rivolgere domande a figure che si sono distinte per la loro professionalità. I Maestri del Lavoro, infatti, hanno l’obbligo morale di trasmettere alle generazioni future il concetto di lavoro non solo come dovere, ma anche come impegno sociale e formativo.

Maestri del Lavoro sono stati accolti dalla presidente dell’Università dei Sapori Anna Rita Fioroni. In occasione dell’incontro, dopo una visita della struttura e la presentazione dell’offerta formativa dell’Università dei Sapori, è stato consegnato un riconoscimento agli iscritti alla Federazione dei Maestri del Lavoro.

Al termine è stato offerto un viaggio gustativo e sensoriale del territorio attraverso le migliori specialità eno-gastronomiche, cucinate e selezionate dagli chef e barman dell’Università dei Sapori, e servite con professionalità dagli allievi dei corsi.

La Stella al Merito del Lavoro viene conferita, con decreto del Presidente della Repubblica, a cittadini che hanno compiuto il 50esimo anno di età e che sono stati alle dipendenze di una o più aziende per almeno 25 anni, distinguendosi per singolari meriti di perizia, laboriosità e buona condotta morale. Molti i requisiti necessari per ricevere la “Stella”, in particolare quello di essersi prodigati per istruire e preparare le nuove generazioni nell'attività professionale.