ICAM ad Università dei Sapori per il suo 70esimo compleanno, Ernst Knam giudice della finale

Sarà Ernst Knam, l’incontrastato Re del cioccolato, a presiedere la Giuria che decreterà il vincitore del concorso indetto da ICAM, storica azienda cioccolatiera italiana, per i suoi 70 anni di attività. Il palcoscenico scelto per la dolce sfida che sabato 22 ottobre designerà la torta di compleanno di ICAM è Università dei Sapori, mentre la proclamazione ufficiale del vincitore che l’ha realizzata avverrà domenica 23 ottobre sul palco di Eurochocolate in P.zza IV Novembre con Knam e il Direttore Commerciale Icam Giovanni Agostoni.

Dal 1946 ICAM è interprete di un’autentica cultura del cioccolato italiano e si è imposta come portavoce di eccellenza dell’arte cioccolatiera Made in Italy. Fortemente impegnata nel rispetto della sostenibilità ambientale, sociale ed economica dei suoi fornitori, Icam è una delle poche aziende al mondo che controlla in maniera completa ed integrata la filiera produttiva, selezionando le migliori piantagioni di cacao nel mondo e collaborando strettamente con i produttori locali. Numerosi i professionisti del settore che sono stati chiamati a cimentarsi nella creazione di una torta capace di celebrare la storia di un’azienda riconosciuta in tutto il mondo per il gusto e la qualità delle materie prime e che ha scelto UDS per la finalissima. I 5 finalisti del concorso di Icam Linea Professionale, che sabato 22 ottobre avranno quattro ore di tempo per la preparazione di 3 torte ciascuno, sono Alessio Baietta di Limana (BL), Andrea Restuccia di Foligno (PG), Antonino Stella di Caltanissetta (CL), Enrico Tedesco di “San Zenone degli Ezzelini (TV) e Michele Giacalone di Castelvetrano” (TP). La giuria chiamata a valutare i lavori è composta da Ernst Knam, testimonial ICAM Linea professionale (Presidente); Giovanni Agostoni, erede dei fondatori e Direttore Commerciale dell’azienda; pasticcere tecnico di ICAM Linea professionale; giornalista rappresentante di “Dolce e Salato”; giornalista ed editore di “Pasticceria Internazionale”.

 

 

I FINALISTI del CONCORSO ICAM LINEA PROFESSIONALE

Alessio Baietta, “Panificio Pasticceria Fratelli Baietta” di Limana (BL) - Fantasioso ed estroverso pasticciere, da oltre 20 anni realizza specialità dolciarie nel suo rinomato laboratorio ai piedi delle Dolomiti Bellunesi. Dalle Dolomiti cercherà di stupire la giuria con la torta sette decadi, come 70 sono gli anni della storica azienda italiana

Un tripudio di sapori che vengono esaltati dal cremino al lampone, tipico frutto di bosco coltivato a km 0.

Andrea Restuccia, “Pasticceria Beddini” di Foligno (PG) - Sin da piccolo aveva le idee molto chiare sul suo futuro e si divertiva ad aiutare mamma Maria Grazia nella piccola cucina di casa nella preparazione di dolci semplici. Questo gioco si è poi trasformato in una passione, spingendolo alla scelta della scuola alberghiera e a intraprendere la professione del pasticciere. Andrea è membro della Confederazione Pasticceri Italiani. Ispiratosi alla forte personalità di Carolina Vanini, Cofondatrice di Icam , e al suo grande spirito imprenditoriale, il suo dolce vuole celebrare questo anniversario ripercorrendo i profumi e i sapori di un viaggio esotico che attraversa l’ Ecuador, la Rep. Dominicana fino all’inesplorata Polinesia.

Antonino Stella, “Pasticceria Stella” di Caltanissetta (CL) - Già da piccolo sapeva quale mestiere avrebbe fatto da grande: è infatti attratto dal profumatissimo e colorato mondo della pasticceria. Con gli anni il suo interesse diventa passione e Antonino dà vita alla sua boutique del dolce, un luogo dove tradizione, innovazione ed eleganza si incontrano per appagare il gusto di palati esigenti. Dolcenera è la proposta di questo pasticcere che attraverso diverse consistenze farà rivivere profumi e sapori della tradizione italiana per portarci a scoprire l’aroma di cacao e le note di frutta fresca tipiche del cioccolato Morigine Madagascar.

Enrico Tedesco, “Golose emozioni” a San Zenone degli Ezzelini (TV) - Dopo il diploma, Enrico scopre la propria passione in una piccola pasticcieria del bassanese e da quel momento vi si dedica con determinazione. Nel 2007 apre un'autentica bottega del gusto insieme a Silvia Cobianchi: un viaggio infinito alla ricerca e selezione delle migliori materie prime, con l’obiettivo di ottenere il miglior risultato.