Dall'America per il Corso di Cucina Italiana

Arrivano dal Canada, Ohio, Arizona, Michigan per un corso full immersion sulla cucina italiana, fra tradizione e innovazione. E’ il primo gruppo di studenti dell’Art Institute, prestigioso gruppo di college che annovera 50 sedi negli Stati Uniti e in Canada con più di 70mila studenti di cui oltre 14mila  frequentanti  l’indirizzo cucina (International Culinary Schools), con cui Università dei Sapori ha siglato, nell’aprile di quest’anno, un importante accordo di collaborazione.

Sarà un affascinante viaggio nell’Italia dei sapori e delle sue eccellenze agroalimentari ed enogastronomiche che in 10 giorni li porterà ad apprendere tradizioni culinarie, usi e costumi e tecniche di preparazione dei piatti tipici della cultura alimentare italiana e della dieta mediterranea.

Il corso di 60 ore tra teoria, pratica e study visit contempla anche un percorso di cucina storica con un approfondimento sulle abitudini e costumi nel Medioevo e sulla storia della Pasta. Quindi un approfondimento tenuto dall’Archeochef Marino Marini e dall’antropologa dell’alimentazione Elisa Ascione sulla “Storia della Gastronomia tra il IX secolo a.C e il IV secolo d.C con la preparazione di tre ricette di differenti periodi storici.
Ed ancora un confronto tra due diversi modelli alimentari: quello del Rinascimento e il 18esimo secolo con la preparazione di ricette tipiche delle due epoche.

L’Italia della tradizione e tipicità alimentare verrà svelata sotto la guida dello Chef Stefano Pinciaroli che condurrà gli allievi americani in un’ analisi sensoriale dal Nord al Sud del Paese attraverso la preparazione di ricette regionali e menù composti da piatti tipici delle varie aree geografiche d’Italia.
Non poteva mancare una lezione sul Menù di Natale, con quattro portate e piatti dalle tre diverse aree regionali d’Italia.

E poiché la cucina e il percorso formativo ad esse collegato è un veicolo di conoscenza diretta dei prodotti agroalimentari e delle tipicità territoriali, Università dei Sapori ha previsto anche una study visit a Vallo di Nera dove saranno impegnati in una suggestiva e coinvolgente “caccia al tartufo”.

“Siamo orgogliosi – dichiara la Presidente dell’Università dei Sapori  Anna Rita Fioroni - di poter accogliere in Italia studenti provenienti da un così prestigioso istituto. Siamo altresì convinti che l’intero percorso formativo che i ragazzi dell'Art Institute svolgeranno nella sede dell’ Università dei Sapori ne farà dei veri e propri Ambasciatori della cultura culinaria  umbra e italiana in America e li doterà di un bagaglio di competenze complesse e altamente professionali, attraverso un approccio che riguarderà tutti gli aspetti della professione, dall’arte e tecnica della cucina, alla conoscenza dei prodotti e della filiera alimentare. E’ un importante ed ulteriore impegno dell’Università dei Sapori nel diffondere e promuovere nel mondo la formazione e la cultura dell’alimentazione, valorizzando le produzioni tipiche e di qualità”.