Gluten Free Fest 2014

L’Università dei Sapori da sempre propone attività di formazione che pongono l’attenzione sul rapporto alimentazione-salute, affrontandone gli aspetti scientifico-nutrizionali, storico-antropologici, sociali ed economici.

Il cibo, nei suoi molteplici aspetti salutistici, diventa protagonista di percorsi formativi altamente qualificanti, convegni, seminari, occasioni di confronto con altri territori anche internazionali, attraverso progetti e manifestazioni dedicate ai prodotti tipici, momenti di approfondimento e di analisi del mercato.

In particolare rispetto alla celiachia, l’Università dei Sapori ha attivato un’importante collaborazione con l’Associazione Italiana Celiachia Umbria.

Da questa preziosa sinergia è nato un percorso formativo di cucina senza glutine che ha consentito di sensibilizzare sull’argomento ben 150 ristoratori umbri che hanno potuto apprendere le linee guida per una corretta preparazione degli alimenti senza glutine.

In collaborazione con AIC, sono stati attivati anche corsi di pasticceria, utilizzando farine e ingredienti senza glutine, applicando le corrette tecniche di impasto e lievitazione, seguendo precise modalità di lavorazione e preparazione delle farciture.

Corsi di cucina gluten free si sono svolti anche nei progetti di formazione permanente per adulti del progetto Cibus, come il corso Nutrirsi con Cultura, ed in tutti i corsi di panificazione, pizza e focacce. L’obiettivo è avere nuove idee, suggerimenti, ricette per preparare piatti e una cucina senza glutine gustosa e divertente. Anche all’interno dei Corsi amatoriali denominato “Cuochi a puntino che sta riscuotendo un notevole successo, è presente un corso specifico per la cucina gluten free, vista anche la notevole richiesta di maggiori informazioni sull’argomento.

"L’Università dei Sapori è sempre più attenta a promuovere una cucina salubre oltre che di qualità. Il nostro impegno si è sviluppato a proposito su più fronti e vale la pena ricordare ad esempio un altro significativo progetto in tema di prevenzione oncologica che ci ha visto protagonisti insieme alla Fondazione ANT ed Eurochocolate." - dice la Presidente Anna Rita Fioroni - "Attraverso un concorso rivolto agli allievi degli istituti alberghieri di tutta Italia, chiamati a cimentarsi sull’elaborazione di menù a base di cioccolato, l’iniziativa si è proposta di valorizzare il cioccolato quale elemento della dieta mediterranea per una sana e corretta alimentazione che aiuti nella prevenzione delle malattie oncologiche."

Il binomio “sapore e salute” è stato al centro di numerosi altri importanti progetti attivati da Università dei Sapori che mirano ad educare i consumatori all’uso consapevole dell’Olio Extravergine di Oliva, protagonista indiscusso di molti piatti italiani.

Nell’importante obiettivo di valorizzazione della cultura enogastronomica dell’Umbria e dell’Italia, Università dei Sapori, insieme a Università degli Studi di Perugia, propone inoltre il progetto Medinet, di valorizzazione dei settori agro-alimentare e medico-nutrizionale per promuovere i principi salutistici, di benessere alimentare ed ecosostenibilità del modello della dieta Mediterranea.