Bando "Botteghe di mestiere": tirocini in azienda e indennità per il tutoraggio aziendale

Università dei Sapori in collaborazione con Confcommercio Umbria 

 

FINALITA’ DELL’AVVISO

  • Promuovere la formazione on the job e l’inserimento occupazionale dei giovani disoccupati attraverso Progetti di Bottega;
  • Cos’è la Bottega?: un raggruppamento di imprese in grado di favorire la trasmissione di competenze verso nuove generazioni, stimolando la nuova imprenditoria.

STRUMENTI

  • 6 mesi di tirocinio in azienda ( € 500 mensili a tirocinante erogati da Italia Lavoro) per giovani disoccupati/inoccupati tra i 18 e i 35 anni (non compiuti); per giovani disoccupati/inoccupati tra i 18 e i 35 anni (non compiuti);
  • € 1.500 di indennità all’azienda ospitante per l’attività di tutoraggio aziendale (€ 250 mensili x 6 mesi, erogati da Italia Lavoro a fronte di 8 ore mensili di attività);
  • Possibilità di un periodo di tirocinio (massimo 3 mesi) presso sedi estere dell’azienda;
  • Inizio presunto dei tirocini tra giugno e luglio 2016. Conclusione entro il 31 marzo 2017.

 

SOGGETTI AMMESSI ALLA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI BOTTEGA

  • I progetti possono essere presentati da raggruppamenti formati da un Soggetto Promotore e da una o più aziende ospitanti i tirocini (massimo 10);
  • Ciascuna azienda dovrà ospitare almeno un tirocinante (nel rispetto della vigente normativa regionale in tema di tirocini);
  • Il soggetto ospitante può partecipare ad un solo progetto (pena inammissibilità di tutti i progetti in cui è inserito);
  • Ogni progetto di Bottega deve prevedere l’inserimento di un numero di tirocinanti compreso tra un minimo di 7 ed un massimo di 10.

TIPOLOGIE DELLE BOTTEGHE

Sono previste 2 tipologie:

  1. Settoriali: coinvolge aziende in senso orizzontale che operano allo stesso stadio del ciclo produttivo. Settori di riferimento: (agroalimentare/enogastronomia/ristorazione o GDO);

 

  1. Di filiera: coinvolge aziende in senso verticale che concorrono alla filiera.

OBBLIGHI DEL SOGGETTO OSPITANTE

  • Applicare nei confronti del personale dipendente il CCNL di riferimento;
  • Assicurare il tirocinante presso l’INAIL e per la responsabilità civile presso terzi (rimborso spese da parte di Italia Lavoro per i costi assicurativi INAIL);
  • Essere in regola con la disciplina del diritto al lavoro dei disabili;
  • Essere in regola con il pagamento dei contributi previdenziali ed assistenziali a favore dei lavoratori, e con gli obblighi relativi alla sicurezza e salute nei luoghi di lavoro
  • Adottare un sistema contabile distinto al fine di assicurare la trasparenza dei costi e la facilità dei controlli;
  • Mettere a disposizione di ciascun tirocinante un tutor aziendale;
  • Regolarità del DURC (sia nella fase di valutazione che in quella di attuazione e rendicontazione);
  • Selezione del/i tirocinante/i.

 

MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI CONTRIBUTI:

  • L’erogazione dell’indennità di partecipazione per i tirocinanti avverrà mensilmente;
  • L’erogazione del contributo per l’attività di tutoraggio aziendale avverrà al completamento del percorso di tirocinio;
  • Il contributo sarà soggetto al regime “de minimis” (calcolato nel triennio di riferimento: esercizio in corso e due esercizi precedenti).

 

Contatti Università dei Sapori:

Paola Candori:     paola.candori@universitadeisapori.it      075 – 38889 202
Riccardo Rossini:   riccardo.rossini@universitadeisapori.it  075 –  38889 229

 

Per ulteriori informazioni e materiali: http://www.italialavoro.it (sezione bandi)